Crea sito

GlobeTrotter - Diari di Viaggio

Condividi su facebook

Toronto

Giorno 10.
Dopo una giornata un po’ deludente speriamo che Toronto offra qualcosa di più. Il viaggio verso la città più popolosa del Canada (circa 2,5 milioni di abitanti) è breve e scorre decisamente velocemente.
Una volta arrivati in città fatichiamo e non poco a trovare un motel decente ad un prezzo abbordabile, giriamo in lungo e in largo con scarso successo e alla fine decidiamo di spostarci verso la periferia ovest della città.

Diciamo che non è stata una scelta felicissima, infatti la zona era davvero brutta e soprattutto popolata da gente davvero poco affidabile. Posiamo le valige in stanza e ci accorgiamo che è già ora di cena, fortunatamente in zona ci sono molti locali e pub che offrono un piatto caldo ed una bella birra fredda.
La cena è stata davvero bella e divertente, all’interno del locale si esibivano vari gruppi musicali mentre il cameriere sembrava essersi affezionato a noi e non ci lasciava mai un attimo da soli. Dopo un buon hamburger e tante risate decidiamo di tornare al motel.

Girono 11.
toronto Visto la brutta esperienza di Boston decidiamo di raggiungere il centro di Toronto senza la macchina, ma anche qui abbiamo commesso un errore. La città risulta molto più lunga di quanto ci aspettassimo e per arrivare in centro impieghiamo un’oretta abbondante. La zona che abbiamo attraversato offriva solo una massa di sbandati e disadattati che vagava quasi senza meta, e ancora una volta (come a Montreal) rimaniamo stupiti dalla cosa.
Una volta arrivati in centro i nostri compagni di viaggio decidono di salire sulla CN TOWER, che con i suoi 553 metri di altezza svetta su tutta la città. Ma la particolarità della torre non è tanto la sua altezza, ma è il Glass Floor. In pratica, una parte del pavimento è ricoperta di spessi vetri che permettono ai visitatori di camminare con la sensazione di esser sospesi nel vuoto alla impressionante altezza di 347 metri. Ovviamente tutto a un prezzo, i consueti 20$.

università torontoLa visita della torre dura poco e ci rimettiamo subito in cammino. La città non offre molto soprattutto quando si ha poco tempo a disposizione, una bella piazza piena di fontane e piena di schermi giganti fa il verso a Time Square di New York (con scarso successo).
Decidiamo quindi di andare verso l’Università di Toronto, un’immensa piazza circondata dagli edifici storici dell’università compone il complesso principale dell’Ateneo.

Le cascate del Niagara ci aspettano!! Ci dirigiamo subito verso il nostro motel a recuperare le valige e la macchina e ci mettiamo subito in cammino verso l’ultima tappa canadese del nostro viaggio. Da Toronto la distanza è breve, circa 100 km. Arrivati a Niagara Falls verso cena riusciamo subito a trovare subito un motel a due passi dalle cascate spendendo davvero una sciocchezza, qui infatti i prezzi sono davvero competitivi visto l’elevato numero di motel. Posate le valige ci dirigiamo verso il lungo fiume a gustarci uno spettacolo di fuochi d’artificio proprio a ridosso delle cascate. Ma affamati e stanchi come non mai decidiamo di andare subito a mangiare e poi tutti al motel.

Condividi su facebook
..Indietro      |      Continua..

Seguici anche su :