Crea sito

GlobeTrotter - Diari di Viaggio

Condividi su facebook

Etiopia, Il diario di Viaggio

5º giorno – BAHAR DAR / Lago Tana

DEBRE LIBANOS

Visita alle Cascate del Nilo Azzurro che si trovano a 35 chilometri dalla città. (attuali lavori per la costruzione di una centrale elettrica, ne hanno ridotto la portata) . Bello l’ambiente tra boschi e una fitta vegetazione. Rientro e pranzo a Bahar Dar. Nel pomeriggio visita alla graziosa e fiorita città, al Palazzo Reale, il mercato con prodotti artigianali locali.

6º giorno - BAHAR DAR / GONDAR

TIMKAT

Dopo la prima colazione, costeggiando il Lago Tana si raggiunge GONDAR sistemazione in hotel. Nel tardo pomeriggio, inizio dei preparativi che precedono la cerimonia religiosa del battesimo (FESTA DEL TIMKAT). del giorno seguente. Da tutte le chiese di Gondar, escono in processione i preti, addobbati con ricche vesti cerimoniali e ombrelli intessuti di fili d’oro, portando il “Tabot” in legno o pietra ricoperto di vari strati di stoffa di seta. Il Tabot rappresenta l’Arca dell’Alleanza con i 10 Comandamenti. I preti per tutta la notte pregano, cantano e suonano con tamburi e strumenti locali, dondolando l’incensiere dal quale esce il profumo dell’incenso che invade l’aria. I preti benedicono l’acqua intorno ad una piscina o del fiume o del lago dove avrà luogo la celebrazione il giorno successivo, e per tutta la notte pregano, mentre migliaia di pellegrini, tra i quali molte donne vestite di candido cotone, arrivano da ogni parte del Paese, camminando anche per giorni e giorni per poter partecipare a questo momento eclatante. L’insieme sembra un esodo biblico e per tutta la notte, continuano a festeggiare con canti e danze. Cena tipica locale e possibilità di assistere alle cerimonie vicino alla piscina, che proseguiranno tutta la notte.

7 º giorno – GONDAR

GONDAR

Le celebrazioni hanno il culmine all’alba, quando il patriarca immerge la croce d’oro e una candela consacrata nella piscina costruita da re Fasilidas. Poi benedice i fedeli con la medesima acqua, in ricordo del battesimo di Gesù. Molti fedeli si buttano nell’acqua in segno di rinnovamento della propria fede. Dopo il battesimo i “Tabots” vengono riportati nelle chiese, mentre i fedeli continuano a festeggiare con canti e danze, mangiando e bevendo all’interno delle loro case. Nel pomeriggio visita della città, ai piedi dei maestosi monti Semien, famosa per il gruppo di castelli che rappresentano un mistero, essendo sconosciuti i motivi che ispirarono a re Fasilidas il Grande, la scelta di questo luogo per costruire la capitale dell’Impero Amara. Nel XVII secolo, il luogo era ancora più remoto di oggi, ma il re lo scelse per farne una grande città con costruendo imponenti palazzi. L’architettura dei castelli ricalca vagamente alcuni palazzi dell’Arabia meridionale, con torri rotonde ai lati e un torrione quadrato al centro. Molto interessante la visita alla splendida chiesa di Debre Berhan Selassie, appollaiata sulla cima di una collina e decorata con pitture in perfetto stato di conservazione, che rappresentano scene bibliche e di vita etiopica. Spettacolare il soffitto con decine di “visi” di angeli con differenti espressioni degli occhi che vengono ritenuti i protettori della chiesa. Cena tipica a Gondar.
Qui un video con la celebrazione del Timkat a Gondar

8 º giorno - GONDAR / KOSSOYE / AMBA GIORGIS / DEBARK / SANKABER

parco del Semien

Visita al villaggio di Wolleka, un tempo abitato dai Falashas, gli Ebrei etiopi. Partenza per escursione nella regione di DEBARK attraversando Kossoye, Amba Giorgis si arriva a DEBARK nella zona del Parco del Semien ,fino ad arrivare a Sankaber Camp , il punto più panoramico del Parco da dove si può ammirare la maestosità e la grandiosità delle montagne circostanti costellate di guglie, picchi, canyons e crepacci . Il percorso si sviluppa attraverso boschi, pianure coltivate a sorgo e grano, immense praterie con possibilità d'incontrare branchi di babbuini "Gelada" dalla folta criniera ingiallita e dal particolare di una macchia rossa a forma di cuore sul petto. Straordinario è l'urlo che emettono. All'interno del Parco , considerato un regno per più di cinquanta specie di rapaci e uccelli, si potranno vedere avvoltoi giganti, aquile,falchi, sparvieri, volpi rosse, ibex. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento a SANKABER.

9 º giorno - SANKABER / DEBARK / LIMALIMO / ADI ARKAY / AXUM

In mattinata partenza per AXUM attraverso i passi montani di DEBARK nella zona del Parco del Semien ,fino ad arrivare a LIMALIMO e ADI ARKAY, situati in splendide vallate dove si potranno ammirare spettacolari scenografie montane ricoperte da ricca vegetazione e migliaia di alberi d’incenso. Attraverso l'interessantissimo e arduo tracciato d’ingegneria stradale costruita dagli Italiani attraverso villaggi, radure e ampi panorami, si scende nella Valle del fiume Tacazzè, proseguendo fino ad AXUM.

Condividi su facebook
Seguici anche su :