Crea sito

GlobeTrotter - Diari di Viaggio

Condividi su facebook

Etiopia, Il diario di Viaggio

Questo viaggio in Etiopia è stato disegnato per raggiungere Gondar durante la festività del TIMKAT (Timket) l'Epifania COPTA una delle feste più importanti dell'anno. E' un viaggio disegnato su misura su richiesta di Vittore dal Tour Operator Antichi Splendori leader per i viaggi in Etiopia. Il viaggio è mediamente faticoso e richiede spirito di adattamento ma sarà speciale e unico. Altri viaggi sono in programma e se volte ulteriori informazioni sui costi e l'organizzazione basta raggiungere il sito del mio amico Vittore.

1º giorno - Partenza per ADDIS ABABA 

2º giorno - ADDIS ABABA

Addis Abeba

Arrivo in Etiopia in mattinata, sistemazione in hotel, breve riposo e inizio delle visite della capitale dell'Etiopia, una moderna cittá di oltre 4 milione di abitanti. Visita a 2 interessanti musei: il Museo Nazionale archeologico, con interessanti reperti trovati nei diversi scavi archeologici delle differenti Province del Paese, compreso lo scheletro di Lucy, che risale a quattro milioni di anni fa. Bello il Museo Etnografico dove sono esposti icone, croci , strumenti musicali, attrezzi tipici quotidiani, abbigliamento delle diverse tribù e libri sacri della religione cristiana copta e musulmana. Visita alla Chiesa della Trinità, le cui pareti sono arricchite di splendide vetrate artistiche che riproducono il Vecchio e Nuovo Testamento. Nel pomeriggio visita al Monte Entoto, da dove si gode uno stupendo panorama della città. Cena tipica locale e pernottamento in hotel.

3º giorno - ADDIS ABABA / DEBRE LIBANOS /MOT’A / DEBRE MARKOS / BAHAR DAR

DEBRE LIBANOS

In mattinata partenza per BAHAR DAR, visita del Monastero di Debre Libanos, uno dei luoghi più sacri dell’Etiopia. Lungo la strada si costeggiano villaggi tipici, dove si possono osservare momenti di vita quotidiana e mercati; attraversando boschi di eucalipto si giunge ai villaggi di Chancho, Gebre Guracha. La zona ha bellissimi panorami, montagne imponenti e pianure coltivate. Attraversando la cittadina di Goha Siyon, dove finisce la provincia di Shewa, si scende rapidamente fino agli 800 mt di altitudine, lungo la strada si attraverserà un ponte costruito dagli italiani, raggiungendo la provincia di Goiam. La strada prosegue inerpicandosi con un forte dislivello e tornanti montani fino a raggiungere Dejen, Mot’a, e Debre Markos, la zona degli Amara. Proseguimento per BAHAR DAR, dove si giunge nel tardo pomeriggio.

4º giorno - BAHAR DAR / CASCATE DEL NILO / LAGO TANA / BAHAR DAR

cascate nel nilo azzurro

Imbarco sul battello per Lago Tana. Il Lago Tana, è il più grande lago di Etiopia, si trova a 1860 mt. sull'altopiano, ed é depositario di grandi tesori religiosi custoditi nei monasteri e chiese, costruiti su diverse isole. Molti monasteri, immersi nella foresta e non visibili, hanno dato rifugio e sepoltura a monaci e Re. Alcuni Monaci vivono tuttora in quasi totale isolamento, e anche per questo motivo, i tesori custoditi e gli affreschi rimangono integri, ed i pochi visitatori stranieri possono ammirare tante bellezze. Lungo il percorso, sosta e visita di due chiese, dedicate al culto della Madonna: una, la chiesa di Ura Khidane Meret è situata sulla penisola di Zeghiè , l’altra chiesa Narga Selassiè è sull’isola di Dek. Interessante anche la vita che si svolge sul lago con i pescatori dalle tipiche barche di canne di papiro. Cena e pernottamento a Bahar Dar.

Condividi su facebook
Seguici anche su :