Crea sito

GlobeTrotter - Diari di Viaggio

Condividi su facebook

L'Isola di Pasqua e i Moai

Moai isola di pasquaL'Isola di Pasqua (Cile) è un'isola vulcanica dell'Oceano Pacifico meridionale. Situata a 3600 km a ovest delle coste del Cile e 2075 km a est delle isole Pitcairn, è una delle isole abitate più isolate del mondo.

L'isola di pasqua è conosciuta per i giganteschi busti in pietra che si trovano sull'isola, i MOAI. Sull'isola sono presenti 638 moai. Secondo studi più recenti le statue rappresenterebbero capi tribù indigeni morti, e secondo la credenza popolare avrebbero permesso ai vivi di prendere contatto con il mondo dei morti.

Allo sbarco dei primi colonizzatori polinesiani l'isola si doveva presentare come una immensa foresta di palme. Fino al 1200 d.C. la popolazione rimase numericamente contenuta e in equilibrio con la natura. In seguito, però, a causa della costruzione ossessiva dei moai, il cui sistema di trasporto richiedeva notevoli quantità di legname, iniziò un importante lavoro di disboscamento dell'isola. Questo processo di disboscamento fu ulteriormente intensificato dopo il sensibile aumento della popolazione dovuto a nuovi sbarchi.
Verso il 1400 d.C. la popolazione raggiunse i 20.000 abitanti circa e l'attività di abbattimento degli alberi l'isola di pasquaconobbe il proprio picco. La riduzione drammatica della foresta provocò un inasprimento dei rapporti sociali interni che sfociarono in violente guerre civili.

Le condizioni di vita sull'isola divennero pertanto proibitive per la poca popolazione rimasta, decimata dagli scontri cruenti interni e dai flussi emigratori.

Per molti studiosi l'Isola di Pasqua è un monito importente per l'intero pianeta e per il disastro ecologico che potrà vivere il nostro pianta nei prossi anni se non interverremo tempestivamente.

Oggi l'isola ospia 50000 visitatori ogni anno, ed è la maggiore fonte di sostentamento dell'isola.

isola di pasqua

isola di pasquapaesaggio isola di pasqua

Condividi su facebook
Seguici anche su :